SPESA MINIMA 20€. COSTO DI SPEDIZIONE 2,60€. SPEDIZIONE GRATUITA PER GLI ORDINI SUPERIORI A 99€.

Tappi di cerume: perché si formano e come si eliminano

I tappi di cerume sono accumuli di una sostanza prodotta da ghiandole situate nell’orecchio esterno. Essa è formata da grassi, proteine e sali inorganici. La pulizia è importante, ma attenzione a non esagerare poiché si potrebbe incappare in alcuni rischi. Un tappo di cerume si forma in tempi medio-lunghi, più specificatamente tra i 6 e i 12 mesi, ma comunque la sua presenza nell’orecchio viene percepita solo quando le dimensioni sono tali da bloccare il condotto uditivo provocando senso di stordimento e acufeni.

Vi sono due tipi di tappi:

- Il tappo di cerume, composto da secrezioni delle ghiandole ceruminose;

- Il tappo epidermico, composto da cellule morte.

Il cerume che compone il tappo è una sostanza molto simile al sebo, anche se dalla consistenza compatta e di colore giallastro. Tale elemento è importante per la salute dell’orecchio poiché cattura le impurità che si raccolgono nel condotto uditivo, proteggendo quest’ultimo da agenti esterni. Inoltre svolge anche una funzione emolliente.

Come si forma un tappo di cerume

Il tappo di cerume si può formare per numerosi motivi. Esistono alcuni fattori che favoriscono l’accumulo di questa sostanza quali:

• Ipersecrezione ghiandolare;

• Riduzioni del calibro del condotto uditivo, che provocano un arresto del fisiologico movimento del cerume dall’interno verso l’esterno;

• Contatto con acqua, che aumenta la massa del cerume;

• Eccessiva pulizia meccanica (con l’ausilio di cotton fioc);

• Penetrazione di polveri, che rendono il cerume denso e compatto,

• Eccessiva presenza di peli, che secernono sebo che si deposita nel condotto uditivo;

• Scarsa igiene personale.

Liberarsi dei tappi di cerume: come fare?

Dopo che l’otorinolaringoiatra avrà verificato la presenza del tappo di cerume, occorre estrarlo. Esistono, a tal riguardo, molteplici tecniche di rimozione.

Un tappo meno compatto, ad esempio, può essere rimosso con l’aspiratore o con il lavaggio con acqua tiepida. Un tipo di cerume pastoso, invece, va ammorbidito con apposite gocce contenenti olio di mandorle, glicerina e dimetilbenzene prima di essere estratto.

L’adulto che ha un tappo di cerume avverte un calo dell’udito ed è possibile che, dopo la rimozione effettuata dal medico, ottenga un miglioramento considerevole.

Tale fenomeno, poi, può essere prevenuto: è sconsigliato l’utilizzo dei coni di cera perché possono rivelarsi dannosi, e lo stesso vale per i cotton fioc, che vanno utilizzati delicatamente e solo per la pulizia del padiglione esterno dell’orecchio. Sempre per la pulizia del condotto uditivo, sono disponibili in farmacia alcune gocce emollienti da applicare nell'orecchio una volta a settimana. Infine, chi è predisposto al disturbo dovrebbe sottoporsi periodicamente all'irrigazione auricolare.