SPESA MINIMA 20€. COSTO DI SPEDIZIONE 2,60€. SPEDIZIONE GRATUITA PER GLI ORDINI SUPERIORI A 99€.

Raffreddore: infezione virale o semplice freddezza?

Tutti, almeno una volta nella vita, hanno contratto il raffreddore visto che è una delle patologie più diffuse al mondo. Ne soffrono milioni di persone in tutto il globo ed è causato dall’infiammazione di naso e gola. Circa 200 virus possono essere responsabili di tale sindrome.

Tale disturbo è altamente contagioso ed è proprio per questo motivo che si sconsiglia di passare troppo tempo a contatto con chi è infetto. La malattia può essere trasmessa sia direttamente, tramite particelle di saliva o starnuti, che indirettamente, toccando oggetti e ripiani su cui sono depositate tali particelle.

Se si è costretti a stare troppo tempo in una stanza con una persona raffreddata, la cosa migliore da fare è ricorrere ad un deumidificatore per ambienti, aprire le finestre per favorire il ricambio dell’aria ed evitare lo scambio di oggetti e stoviglie col soggetto infermo.

Infine, lavare spesso le mani è il miglior metodo per prevenire il contagio.

Raffreddore: come si contrae e quali sintomi?

Contrarre il raffreddore è molto facile, quindi bisogna fare attenzione. Il freddo indebolisce le difese di naso e gola permettendo al virus di entrare, ma ci sono anche altri fattori che determinano il disturbo. In primo luogo, c’è l’abbassamento delle difese immunitarie causato da malattie debilitanti e stress: è qui che il bacillo trova terreno fertile per proliferare.

I sintomi del raffreddore sono quelli che tutti più o meno conosciamo:

• mal di gola

• naso chiuso e gocciolante

• mal di testa

• febbre

• ingrossamento dei linfonodi

• tosse

Guarire dal raffreddore con i medicinali appositi

Di solito il raffreddore sparisce nel in una settimana e può essere curato con farmaci da banco quali spray nasali, aerosol e aspirina (quest’ultima non deve mai essere somministrata ai ragazzi al di sotto dei 16 anni, pena conseguenze gravi per la salute). Una cura vera e propria non esiste, ma tali rimedi sono utili ad alleviare i sintomi.

Se il raffreddore si protrae per più di 2 settimane, allora potrebbe trattarsi di allergia. In tal caso il medico curante potrà consigliare l’assunzione di antistaminici.