SPESA MINIMA 20€. COSTO DI SPEDIZIONE 2,60€. SPEDIZIONE GRATUITA PER GLI ORDINI SUPERIORI A 99€.

Micosi: come si scongiura un’infezione da fungo?

Le micosi sono infezioni causate da funghi patogeni i quali si distinguono in organismi unicellulari o pluricellulari. Il fenomeno coinvolge sia esseri umani che animali. Come si contrae una micosi e come può essere classificata?

Esistono 3 metodi per riconoscere la sindrome, cominciando le indagini dalle seguenti domande:

• Quale zona del corpo interessa?

• Come è stato contratto il fungo?

• Quale virus ha agito?

Tali infezioni, infatti, possono agire sia dall’esterno, tramite contatto o vie aeree, sia dall’interno con l’attivazione dell’agente patogeno già presente in un organismo precedentemente compromesso. Si parla di micosi primaria quando il fungo infetta per la prima volta un soggetto sano, mentre vi è una micosi opportunistica quando il virus colpisce un organismo ammalatosi in precedenza. Le micosi, poi, possono presentarsi in diverse aree del corpo classificandosi come:

• superficiali

• cutanee

• sottocutanee

• sistemiche

In che modo si contrae una micosi?

Tale infezione non si presenta mai allo stesso modo sulle varie zone del corpo. Il piede d’atleta, ad esempio, rivela spaccature tra le dita dei piedi, mentre su tronco e arti il fungo si manifesta attraverso chiazze circolari dai bordi rossi e l’interno bianco.

A tal proposito, distinguiamo diverse tipologie di micosi:

Micosi della pelle: tali infezioni si manifestano con macchie bianche o rossastre in determinate zone del corpo alle quali sono accompagnate sensazioni di prurito e fastidio. Esse si dividono, a loro volta, in superficiali, sottocutanee, sistemiche e opportunistiche.

Micosi dell’unghia: conosciuta anche come onicomicosi, aggredisce la parte dell’unghia chiamata lamina. I miceti che agiscono in questo caso sono il Trichophyton rubrum e il Trichophyton mentagrophytes. Tali agenti patogeni sono già presenti nell’organismo e, finché sono tenuti a bada dal sistema immunitario, sono del tutto innocui. Essi attaccano il corpo nel momento in cui le difese immunitarie si abbassano cominciando ad agire e proliferare indisturbati. Questo tipo di fungo lo si contrae facilmente in ambienti umidi come piscine, centri termali, spa e spogliatoi delle palestre.

Micosi dei piedi: meglio conosciuta come piede d’atleta, è una patologia di tipo fungino che colpisce prevalentemente gli sportivi. Questi ultimi, infatti, sono spesso a contatto di ambienti umidi come gli spogliatoi e, quindi, sono più esposti ad un eventuale contagio. L’umidità, infatti, favorisce la proliferazione dei funghi e dei batteri colpevoli dell’insorgere del fenomeno. Anche indossare calzature troppo strette e poco traspiranti può portare dritto al problema visto che si crea il microambiente perfetto per la sopravvivenza dei miceti grazie all’eccessiva sudorazione. Il piede d’atleta si manifesta sulle zone del piede prive di peli e si trasmette tramite contatto. È proprio per questo motivo che spesso il contagio avviene quando si cammina scalzi in luoghi comuni come piscine e docce delle palestre.

Micosi intime: sono infezioni fungine che colpiscono prevalentemente le donne. Non a caso essere sono denominate anche micosi vaginali e questo perché l’agente patogeno si insinua proprio tra i genitali femminili. Questo non è assolutamente un problema da sottovalutare, anzi: questo tipo di micosi deve essere trattata con una certa tempestività e meticolosità onde evitare che si espanda anche alle zone circostanti fino ad evolversi in micosi sistemiche. La micosi intima più comune è la candidosi vaginale, conosciuta con questo nome perché derivante dal fungo che le da origine, il Candida Albicans.

Come si contrae una micosi? Sono numerosi i fattori in gioco. Tra questi, ad esempio, è da menzionare il diabete: le ingenti quantità di glucosio nel sangue favoriscono l’attivazione e la moltiplicazione di funghi presenti nell’organismo che normalmente sarebbero inoffensivi. Anche le difese immunitarie basse possono essere causa scatenante di infezioni micotiche: batteri e virus prendono il sopravvento quando le barriere protettive si abbassano. Questo accade, generalmente, quando l’organismo è malato. Anche un’alterazione della flora batterica può essere sintomo di micosi. Essa regola la proliferazione degli agenti patogeni nell’organismo e, quando viene intaccata a causa dell’assunzione di antibiotici o altro, perde la sua efficacia.

Rimediare a una micosi: ecco come

Se un’infezione da fungo si manifesta in una o più parti del corpo, bisogna rivolgersi ad uno specialista che, in questo caso, è il dermatologo. Egli prescriverà farmaci antimicotici a base di fluconazolo, ketoconazolo, amfotericina B, itraconazolo e terbinafina. Tra questi, i medicinali da banco più famosi e facilmente reperibili in farmacia sono Pevaryl, Onilaq e Nizoral.

Ad ogni modo, è fondamentale rispettare alcune regole d’igiene onde evitare il contagio: lavarsi accuratamente e asciugare bene la pelle, evitare il contatto con soggetti infetti e lavare gli indumenti dopo che si è svolta attività sportiva sono i primi passi per prevenire un’infezione micotica.