SPESA MINIMA 20€. COSTO DI SPEDIZIONE 2,60€. SPEDIZIONE GRATUITA PER GLI ORDINI SUPERIORI A 99€.

Come eliminare l’imbarazzante fenomeno del meteorismo

Espellere gas intestinali attraverso eruttazione o flatulenze è un bisogno fisiologico comune. Il meteorismo non è altro che l’accumulo di tali gas nell’intestino che vanno espulsi ogni volta che se ne sente la necessità pena dolori e tensione addominale. Questo fenomeno arreca grave disagio in chi ne soffre, soprattutto perché lede la qualità dei rapporti sociali.

Il meteorismo, tra l’altro, va distinto da flatulenza e aerofagia, spesso confusi e usati come sinonimi.

L’aerofagia è una patologia dell’apparato digerente che consiste nell’ingoiare ingenti quantità di aria, specie mentre si mangia, che vanno a depositarsi nello stomaco.

La flatulenza, invece, è l’eliminazione dei suddetti gas dall’intestino. Ciò avviene attraverso il retto e tale pratica si distingue per l’odore poco gradevole che viene rilasciato insieme al caratteristico rumore.

I gas intestinali sono composti da una miscela di biossido di carbonio, ossigeno, azoto, idrogeno e metano. Il cattivo odore deriva dalla giacenza nello stomaco insieme a batteri che rilasciano zolfo.

In che modo si crea l’aria nell’intestino

L’aria nello stomaco non ci arriva solo perché ingurgitata, ma può crearsi anche a seguito di alimentazione scorretta. Esistono, infatti, alcuni cibi che sono difficili da digerire e assorbire ed è per questo che portano al classico gonfiore addominale. Tra questi alimenti, in particolar modo, sono da menzionare carboidrati e latticini. Anche le intolleranze e le allergie alimentari hanno un certo peso nella comparsa del meteorismo. Ricapitolando, dunque, le cause del meteorismo sono:

• Eccessiva ingestione di aria attraverso la deglutizione perché non si mastica bene

• Squilibri della flora batterica intestinale causati da una dieta sbilanciata

• Indossare indumenti che stringono in vita

• Condizioni di ansia o stress

• Terapie antibiotiche

• Trattamenti antitumorali come la chemioterapia o la radioterapia a livello addominale che tendono al alterare la normale flora intestinale e a favorire la presenza di batteri che producono gas infiammando la mucosa intestinale

• Alcuni cibi come fagioli, latticini, castagne, patate e lievito presente nel pane

• Intolleranza al lattosio

• Sindrome del colon irritabile

I sintomi associati al fenomeno sono:

• flatulenza

• gonfiore e dolore addominale

• eruttazione

Spesso flatulenza ed eruttazione sono liberatorie per il soggetto costipato d’aria che accusa la necessità di svuotare il tratto intestinale. Esistono patologie che rendono il meteorismo sintomo anziché un disturbo fine a sé stesso. In tal caso parliamo di reflusso gastroesofageo, cancro al colon, colon irritabile, morbo di Crohn e ostruzione intestinale.

Eliminare il meteorismo grazie all’intervento del medico

Se il fenomeno si protrae per lungo tempo, intaccando la quotidianità del soggetto che ne è affetto, allora è il caso di rivolgersi al proprio medico curante e indagare più a fondo per comprendere le cause della patologia. In farmacia sono reperibili molteplici rimedi da banco. Primo fra tutti, il carbone vegetale: tale composto è in grado di assorbire e facilitare l’espulsione delle miscele gassose in eccesso dall’intestino. Anche il dimeticone risulta essere utile per risolvere i problemi di meteorismo. Ultimi ma non meno importanti sono gli integratori di fibre che, grazie alle loro proprietà, stimolano la peristalsi e favoriscono la regolarità dell’attività intestinale. Questo permette di ridurre il tempo di permanenza del materiale gastrico nel lume intestinale evitando così il problema di meteorismo.

Altro metodo per debellare il meteorismo è badare alla propria alimentazione e fare tutti gli esami necessari per scoprire se sono in atto intolleranze o allergie alimentari.