SPESA MINIMA 20€. COSTO DI SPEDIZIONE 2,60€. SPEDIZIONE GRATUITA PER GLI ORDINI SUPERIORI A 99€.

Ipersudorazione e imbarazzo sociale: come se ne viene fuori?

L’ipersudorazione, conosciuta anche sotto il nome di iperidrosi, è un fenomeno alquanto imbarazzante per il soggetto che ne è affetto. Il disagio aumenta d’estate e quando ci si trova in presenza di altre persone, soprattutto se al sudore copioso si accompagna cattivo odore.

Sudare è un processo naturale e fondamentale per l’organismo, perché abbassa la temperatura corporea e la stabilizza (ecco perché in estate si suda di più). Il processo avviene grazie al sistema nervoso simpatico che regola le secrezioni delle ghiandole sudoripare. Quando queste ultime ricevono più stimoli del dovuto, allora si può parlare di iperidrosi.

Circa l’1% della popolazione italiana soffre di questa sindrome che non fa distinzione tra uomini e donne.

Il corpo produce circa mezzo litro di sudore al giorno ma, in periodi particolarmente caldi, si può arrivare anche ai 2 litri ed è proprio per questo motivo che è fondamentale reintegrare i liquidi che l’organismo ha perso.

In base all’area del corpo interessata, sono classificabili diverse tipologie di iperidrosi quali:

• Iperidrosi plantare: ad essere interessata è la superficie del piede. Questo può provocare cattivi odori, soprattutto in estate

• Iperidrosi ascellare: ipersudorazione delle ascelle

• Iperidrosi palmare: eccessiva sudorazione alle mani

• Iperidrosi localizzata in altre parti del corpo: viso, corpo e cosce.

Quando all’ipersudorazione si accompagna odore sgradevole, allora si parla di bromidrosi.

Perché si è soggetti a ipersudorazione?

Si parla di iperidrosi primaria quando la sindrome è stimolata da un fenomeno idiopatico, mentre si fa riferimento all’iperidrosi secondaria quando l’ipersudorazione è sintomo di altre patologie.

I principali fattori scatenanti dell’iperidrosi sono:

• Patologie mediche

• Squilibri ormonali

• Temperature elevate

• Terapie farmacologiche

• Forti stati emotivi

• Obesità

• Abbigliamento troppo pesante o attività fisica regolare

Come rimediare all’iperidrosi?

In base al tipo di iperidrosi da cui si è affetti è possibile individuare i rimedi più efficaci per curarla. Generalmente è consigliabile mantenere una corretta igiene personale potenziata dall’azione di deodoranti che abbiano la capacità di mantenere la pelle asciutta e fresca. A volte anche gli stati emozionali incidono sulla sudorazione eccessiva: in questo caso ansia e stress la fanno da padrone ed è per questo che bisogna rivolgersi ad uno specialista per risolvere il problema.

Per quanto riguarda i medicinali quelli più comuni sono a base di cloruro di alluminio, anticolinergici, tossina botulinica, disinfettanti e antimicotici.