SPESA MINIMA 20€. COSTO DI SPEDIZIONE 2,60€. SPEDIZIONE GRATUITA PER GLI ORDINI SUPERIORI A 99€.

Depressione: non è semplice ‘tristezza’

La depressione è molto più di semplice ‘tristezza’, come molti tendono a pensare. Forse è proprio questo luogo comune che fa sì che tale disturbo psichico sia ampiamente sottovalutato. Si tratta di uno stato d’animo caratterizzato da ansia e angoscia di cui il soggetto fatica a liberarsi. La depressione può aggravarsi fino a rendere il soggetto totalmente apatico, incapace di rispondere a quelli che sono gli stimoli della vita quotidiana.

Tale malessere può essere classificato in base alla sua gravità in lieve, moderato e grave. Il soggetto risulta alterato nei modi di agire a livello sociale e persino di pensare. Come si arriva a questo stato? La depressione può insorgere da un momento all’altro a causa di traumi, lutti o malattie, ma può colpire anche improvvisamente senza un apparente motivo. Esistono molteplici tipologie di depressione: quella postpartum che si sviluppa, appunto, dopo il parto; il disturbo bipolare, che si caratterizza per il passaggio repentino da uno stato d'animo euforico ad uno estremamente triste; il disturbo affettivo stagionale, che può arrivare nei mesi invernali a causa delle scarse ore di luce solare.

Come accorgersi se qualcuno intorno a noi è depresso

Se noti i seguenti sintomi in qualcuno che ti sta intorno, allora può trattarsi di depressione:

• disinteresse verso la vita sociale

• stanchezza cronica

• voglia di piangere improvvisa

• insonnia

• tachicardia

• tremori improvvisi

• stato di angoscia immotivato

• pessimismo cronico

Quando si manifestano i sintomi sopraelencati è fondamentale ricorrere all'aiuto di uno specialista, che sia uno psichiatra o uno psicoterapeuta. Questi adotteranno la strategia migliore per permettere alla persona depressa di uscire da questo stato di apatia. Bisogna sapere che chi soffre di tale disturbo non ne è cosciente e tende a lasciarsi andare fino al totale annichilimento. La terapia cognitivo comportamentale serve a indagare le cause che hanno scatenato questa condizione: potrebbe trattarsi di eventi traumatici o particolarmente tristi come lutti e malattie, mentre altre volte i responsabili sono da ricercare nei cambiamenti del sistema nervoso che influenzano l'umore e quindi fanno sì che la patologia si evolva.

Inoltre, anche i fattori ereditari hanno un ruolo nell’insorgere della malattia: se un familiare soffre di depressione, c'è maggiore probabilità di incappare nella medesima condizione.

Cure alla depressione: conforto e affetto sono i primi passi verso la guarigione

La depressione può essere curata a patto che siano chiamate in causa figure come lo psicoterapeuta e lo psichiatra. Questo perché ogni caso è a sé e non esiste rimedio universale. Gli specialisti lavorano a braccetto: mentre lo psichiatra prescrive i medicinali adeguati a migliorare lo stato d'animo del paziente, lo psicoterapeuta ricorre a esercizi cognitivi atti ad indagare la psiche del soggetto per scoprire cosa ha scatenato la patologia. I farmaci che solitamente vengono prescritti sono antidepressivi e ansiolitici che agiscono su sonno, umore e appetito.

Un ruolo fondamentale è quello dei familiari e degli amici del paziente perché sono loro che possono aiutare concretamente chi sta male. Chi è depresso, infatti, spesso non è in grado di rendersi conto della sua condizione e, quindi, di prendersi cura della sua persona. Ecco perché è fondamentale stare costantemente accanto al malato, supportandolo e facendo in modo che non salti le sedute di psicoterapia né che manchi l'assunzione dei medicinali.