SPESA MINIMA 20€. COSTO DI SPEDIZIONE 2,60€. SPEDIZIONE GRATUITA PER GLI ORDINI SUPERIORI A 99€.

Sintomi e conseguenze del colon irritabile

Il 20% della popolazione mondiale è affetto dalla sindrome del colon irritabile. I numeri sono in continua espansione e il fenomeno non fa distinzioni di genere, anche se le donne sono le vittime più frequenti.

Questo disturbo consiste nell’irritazione cronica del colon causa di dolori addominali e bruciore nella zona anale. Molto spesso tale fenomeno è dato dalla stitichezza protratta per molto tempo, ma anche un fattore come l’invecchiamento fa gioco nella comparsa della patologia.

Questa sindrome non va presa alla leggera, ed è per questo che è fondamentale sottoporsi a esami approfonditi per indagare origini e cause della malattia.

Come e perché si manifesta il colon irritabile

Malattie del tratto intestinale, scompensi ormonali, alimentazione errata, stile di vita frenetico e stress sono solo alcuni dei fattori principali che portano ad ammalarsi di colon irritabile. Altre volte può trattarsi di una cattiva comunicazione tra i muscoli intestinali ed encefalo. I ritmi serrati della vita moderna, comunque, fanno sì che siano le prime cause elencate a prevalere nella maggior parte dei casi.

I sintomi del colon irritabile sono:

• meteorismo e flatulenza

• gonfiore

• crampi addominali

• presenza di muco nelle feci

• senso di pesantezza

• cambiamento dell’aspetto e della consistenza delle feci

• stipsi o, al contrario, diarrea

Se tali sintomi si protraggono dai 6 ai 12 mesi in modo continuativo, allora bisogna andare a fondo della questione e fare i dovuti accertamenti perché ci si potrebbe trovare proprio dinanzi a tale patologia.

Prevenire il colon irritabile cominciando dall’alimentazione

Evitare di cadere nella trappola del colon irritabile è possibile mettendo in atto alcuni espedienti che partono proprio dalla tavola: consumare cibi ‘puliti’ e sani come carne bianca, riso e verdure è preferibile al cibarsi di piatti elaborati e ricchi di grassi. Anche l’attività fisica gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione della malattia.

Nel caso in cui ci fosse la necessità di agire sui sintomi, invece, in farmacia è possibile reperire numerosi medicinali come antispastici per i dolori addominali, calmanti della diarrea e lassativi o integratori di fibre per stimolare la motilità intestinale.