SPESA MINIMA 20€. COSTO DI SPEDIZIONE 2,60€. SPEDIZIONE GRATUITA PER GLI ORDINI SUPERIORI A 99€.

Come gli antimicotici aiutano a debellare la candida

La candida è nient’altro che un’infezione da fungo. Questi ultimi appartengono alla famiglia della Candida, appunto, e ne esistono circa 20 specie capaci di carattere infettivo. La Candida Albicans è la forma fungina più conosciuta e comune. La candidosi può manifestarsi sotto diversi aspetti come:

• Candida invasiva: l’agente patogeno si diffonde a tutto il corpo perché entra in circolo nel sangue

• Candida orofaringea: quando i funghi proliferano all’interno del cavo orale

• Candida vaginale: la più famosa e comune che colpisce le parti intime femminili

Quello che salta subito agli occhi, quindi, è che i miceti tendono a proliferare nelle zone umide e predisposte alla sudorazione. Di solito il loro raggio d’azione è nel tratto intestinale, ma ciò non toglie che possano arrivare senza ostacoli anche a pelle e membrane.

Candida vaginale: perché arriva?

La candida vaginale è la forma più comune di candidosi: essa interessa circa il 75% della popolazione mondiale femminile senza fare distinzione tra adolescenti e adulti.

La vagina accoglie al suo interno quantità bilanciate di batteri e lieviti (tra questi ultimi c’è anche la candida). La funzione dei Lattobacilli è quella di bloccare la crescita dei lieviti, ma quando non funzionano a dovere e l’equilibrio della flora viene intaccato, ecco che la candida comincia a farsi spazio. Non solo, c’è il rischio che anche altri agenti patogeni insorgano, ma in tal caso bisogna ricorrere a terapie farmacologiche più impattanti in quanto molto rari.

Cosa scatena questa malattia? In primo luogo bisogna fare attenzione allo stress, all’assunzione di determinati farmaci come contraccettivi orali e antibiotici, a malattie come il diabete e alla gravidanza. Le donne incinte e le adolescenti, infatti, sono maggiormente soggette a tali fastidi a causa dei cambi ormonali che portano a repentini abbassamenti delle difese immunitarie. Anche il ricorso a detergenti aggressivi o ad abiti aderenti fatti di tessuti sintetici favoriscono la proliferazione del fungo, dato che creano l’habitat ideale per lui, cioè umido e caldo.

La candida porta con sé i seguenti sintomi:

• perdite biancastre

• prurito

• rossore

• dolore durante la minzione

Guarire dalla candida con l’aiuto del medico

Quando si soffre di candida, la prima cosa da fare è recarsi dal medico. Quest’ultimo prescriverà creme per uso esterno oppure ovuli vaginali. Si tratta di cure di breve durata (pochi giorni, per intenderci). Se i sintomi persistono, invece, lo specialista indirizzerà la paziente verso antimicotici da assumere per via orale di cui, solitamente, basta una sola dose. Vi sono, poi, numerosi medicinali da banco che il farmacista potrà consigliare, ma è sempre meglio rivolgersi al dottore per indagare la situazione e capire da dove nasce esattamente il malessere. Ad ogni modo, comunque, è possibile potenziare l’azione dei farmaci con impacchi e lavaggi di bicarbonato di sodio che donano sollievo e disinfettano la zona lesa.