SPESA MINIMA 20€. COSTO DI SPEDIZIONE 2,60€. SPEDIZIONE GRATUITA PER GLI ORDINI SUPERIORI A 99€.

Anemia da carenza di ferro: quando le forze vengono a mancare

L'anemia da carenza di ferro è, appunto, la quasi totale assenza di tale minerale all'interno del sangue. Volendo essere specifici, ciò che viene a mancare è l'emoglobina, una proteina ricca di ferro che si trova nei globuli rossi e il cui compito è quello di trasportare l'ossigeno dai polmoni al resto dell'organismo. Quando questa sostanza scarseggia, l'organismo si indebolisce a tal punto da generare sintomi come stanchezza continua, difficoltà nel prendere aria e nello svolgere le normali azioni quotidiane.

Solitamente tale disturbo è a sé stante e può guarire in tempi brevi. Altre volte, invece, potrebbe trattarsi di un fenomeno congiunto ad altre malattie che devono essere indagate.

L’anemia da mancanza di ferro è ereditaria?

Alcune forme di anemia possono avere a che fare direttamente con la genetica. Altre volte, invece, possono essere associate a diabete, tumori renali, artrite reumatoide, malattie cardiache e malattie infiammatorie croniche intestinali. Vi sono, comunque, dei fattori che predispongono il soggetto a contrarre l'anemia. Qualche esempio? Mancanza di cibi contenenti ferro nell’alimentazione, gravidanza e ciclo mestruale.

I sintomi dell'anemia sono:

• debolezza

• affaticamento

• stordimento

• mancanza d’aria

• irritabilità

• depressione

• battito cardiaco irregolare

• pelle pallida

• arti freddi

• stanchezza cronica

• dolore toracico

• unghie deboli

Come capire se si è affetti da anemia? La soluzione più semplice è sottoporsi a degli esami del sangue attraverso i quali il medico curante stabilirà i livelli di emoglobina nel sangue.

Addio anemia grazie agli integratori

Dopo le dovute visite, se il medico scopre l’anemia, è bene concordare una terapia farmacologica a base di vitamine, sali minerali e ferro.

Solitamente, la cura prevede dai 50 ai 60 mg di ferro due volte al giorno. Anche se i sintomi della malattia andranno via quasi subito, bisogna comunque seguire scrupolosamente la terapia prescritta dal dottore per tutto il tempo necessario al fine di evitare la ricomparsa della patologia.