SPESA MINIMA 20€. COSTO DI SPEDIZIONE 2,60€. SPEDIZIONE GRATUITA PER GLI ORDINI SUPERIORI A 99€.

Cosa sono le afte e quali cure attuare

Cosa sono le afte? In giro vige molta disinformazione al riguardo e solo chi ne ha sofferto può sapere davvero di cosa si parla. Proviamo, dunque, a spiegarlo di seguito. Le afte sono abrasioni e piccoli tagli che si formano all’interno del cavo orale con dimensioni variabili dai 2 ai 5 millimetri. La traduzione greca del termine è ulcera della bocca e, in effetti, è proprio quel che è. Esse presentano dei bordi rossi, ma non c’è da preoccuparsi perché vi si può guarire. Il problema è il loro carattere recidivo, quindi bisogna prevenire il loro ritorno. Solitamente l’aftosi arriva a causa di patologie come la stomatite, ma non è contagiosa. Tale malattia, quindi, non va confusa con le vesciche da febbre che sono infettive. Queste ultime sono scatenate dal virus dell’Herpes Simplex e si presentano in zone diverse rispetto alle afte. Le vesciche, infatti, si presentano su guance, mento, labbra e possono arrivare fino all’interno delle narici, mentre le afte si insidiano su lingua, interno guance, labbra e, in casi estremi, gola.

Cosa scatena le ulcere orali?

L’aftosi è un disturbo prevalentemente femminile che interessa adulti tra i 20 e i 50 anni. Risulta difficile che la patologia attacchi gli infanti. Tali abrasioni assumono forme diverse distinguendosi in minori, maggiori ed erpetiformi e, inoltre, sono causa dell’ingrossamento dei linfonodi della zona circostante.

Cosa favorisce l’insorgere delle afte?

• Alimentazione (le intolleranze contribuiscono alla causa)

• Stress

• Carenza di sostanze come ferro, zinco e vitamina B2

• Scompensi ormonali (specialmente prima del ciclo mestruale)

• Flora intestinale da ripulire

• Proliferazioni di batteri nella bocca

• Lesioni e tagli già presenti nel cavo orale

• Traumi post interventi odontoiatrici

Anche la genetica conta nell’insorgere dell’aftosi, ma non solo: vi sono alcune malattie come celiachia, AIDS o HIV e disturbi intestinali cronicizzati che ne possono essere la causa primaria.

Le ulcere del cavo orale sono molto dolorose per chi le sperimenta: bruciore, formicolio e un gran numero di abrasioni possono cronicizzarsi e intaccare fortemente la vita del soggetto che ne è affetto. È proprio per questo che il disturbo deve essere curato in tempi rapidi e con metodi efficaci.

Guarire dalle afte con i rimedi giusti

Le ulcere del cavo orale tendono a scomparire da sole, nella maggior parte dei casi. Se così non fosse, esistono rimedi naturali o farmaceutici che possono aiutare nella guarigione.

Rimedi naturali:

• Gargarismi con tea tree oil o acqua calda e limone: l’azione antibatterica di queste sostanze calma subito il dolore

• Applicazioni di bustine di tè, aglio, bicarbonato o aloe vera sulla zona dolorante: tali rimedi hanno potere lenitivo e disinfettante dai batteri e faranno in modo che le lesioni scompaiano un po’ alla volta

Se i rimedi di cui sopra non fossero sufficienti, è bene fare capo al medico curante prima di assumere medicinali di qualsiasi tipo. Ecco quali:

• Pomate cortisoniche ad uso orale da applicare direttamente sulle ferite

• Collutori antibiotici per contrastare la proliferazione di batteri dannosi in bocca.