SPESA MINIMA 20€. COSTO DI SPEDIZIONE 2,60€. SPEDIZIONE GRATUITA PER GLI ORDINI SUPERIORI A 99€.
Lasciare il cane da solo in casa? 5 consigli per evitargli stress e danni
9 ottobre 2019

Lasciare il cane da solo in casa? 5 consigli per evitargli stress e danni

Per quanto vogliate portare sempre con voi il vostro amico a 4 zampe, a volte è inevitabile lasciarlo da solo a casa, soprattutto se non si ha la fortuna di poterlo portare con sé a lavoro. I problemi più frequenti quando un cane resta solo in casa sono legati all’ansia da separazione, ai comportamenti distruttivi legati al gioco o all’esplorazione e al fatto di fare i suoi bisogni in casa, soprattutto se ancora non ha imparato a farli fuori.
In generale, con i cani adulti ci sono meno problemi: molti hanno già imparato a fare i propri bisogni fuori e hanno superato la fase delle distruzioni in casa. Sicuramente ogni cagnolino è diverso dall’altro, il vostro può stare tranquillo... come può darsi di no. Un recente studio eseguito su diversi cani, ha permesso di constatare che i danni sopraggiungono essenzialmente, sia immediatamente dopo la partenza del proprietario, sia poco prima del suo ritorno.

D’altronde i cani essendo animali dall'indole socievole che provano estremo piacere a stare in compagnia del proprio padrone, non accettano facilmente di trascorrere lunghi periodi di solitudine. Ecco quindi qualche consiglio per limitare la sofferenza e il senso di solitudine del vostro cane quando non siete in casa.

  1. Abituare il cane fin da piccolo al distacco
    Una cosa molto importante è abituarlo a stare da solo in modo graduale sin da quando è ancora cucciolo. Nel caso si tratti di un cane adulto è necessario aumentare il tempo di “solitudine”, passando da 5-10 minuti, a mezz’ora, per poi passare a 1 ora, fino ad arrivare nel modo più graduale possibile a lasciarlo per più di 3 ore.
  1. Non trasmettere la nostra ansia al cane
    Anche se siete i primi a soffrire il distacco da lui, dovete impegnarvi a vivere il momento della separazione con molta serenità, rassicurandolo. È molto importante fargli associare un stato d’animo calmo e positivo alla vostra assenza.
  2. Lasciargli un gioco-educativo per cani
    Può essere utile lasciare al cane qualche giocattolo con cui distrarsi durante la vostra assenza. Il kong ad esempio è un gioco che permette di inserire al suo interno del cibo in qualsiasi forma e consistenza, in modo che il cane sarà sempre motivato a trovare una soluzione per farlo uscire e, almeno per un po’, resterà impegnato.
  1. Non farlo sentire in gabbia.
    Bisogna, per quanto vi è possibile, evitare che si senta rinchiuso e privo di spazio, in quanto si stresserebbe e annoierebbe molto più facilmente. È consigliabile lasciare le tapparelle alzate in maniera che entri luce e possa guardare la strada.
  2. Lasciare accesa la televisione o la radio.
    Il senso di solitudine aumenta con il silenzio, come per noi esseri umani, allo stesso modo per i cani. Per questo motivo, sempre nel rispetto dei vicini, potrebbe essere una buona idea lasciare, accesa la radio o la tv. Meglio ancora se avete la possibilità di lasciare la televisione a portata della sua vista, sintonizzata su qualche programma di animali. Potreste riuscire addirittura a farlo divertire!

Commenti

Lascia un commento